Vangelo del giorno Mercoledì 25 gennaio 2023, III Settimana Tempo Ordinario

Fonte dell’articolo silvestrini.org

Testi Sacri Holyart.it

Dio agisce per fatti e non per meri ragionamenti.

Celebrare la conversione di San Paolo alla conclusione della settimana dell’unità dei cristiani è un impegno significativo di conversione perché non può esservi vero ecumenismo se non in piena adesione al Vangelo da parte di tutti. La conversione, o meglio la vocazione di Paolo sulla via di Damasco, è stimolo ad aprirci all’incontro con Gesù che ci cambia la vita. “Io sono Gesù che tu perseguiti”. Sulla via di Damasco Paolo, l’accanito fariseo, persecutore della Chiesa nascente, viene visitato da Cristo. “L’intenzione di Paolo, pur nei suoi modi violenti, nel voler estirpare i cristiani, non era perfida. Egli si preoccupava dell’unità del suo popolo, Israele, della purezza della sua fede.” Quindi oggi di San Paolo non facciamo solo memoria della sua santità, del suo martirio, della sua testimonianza, bensì anche della sua vocazione o conversione. In fondo questa conversione di Paolo non ha nulla a che fare con la conversione di un ateo, di un miscredente, di uno senza Dio, ma ha a che fare con la conversione di un uomo che a Dio già credeva, anzi ci credeva talmente tanto da perseguitare la Chiesa nascente, considerata come tante altre sete del tempo. San Paolo è un credente convertito, passa dal fanatismo religioso alla fede. Come sarebbe bello fare la stessa esperienza! Perché troppo spesso ci lasciamo condizionare dal fanatismo religioso spesso però essendo vuoti della vera fede che nasce dall’incontro personale con Cristo Risorto. Saulo incontra Cristo sulla sua strada, e da quel momento non è più lo stesso uomo di prima. Saulo diventa Paolo e riceve una missione speciale. Alla luce del Vangelo di oggi, Gesù ci chiama per affidarci una missione specifica quella di annunciarlo. Infatti è la lezione che ha appreso Paolo lasciandosi toccare… diceva il nostro professore: lui che di retorica e di ragionamenti teologici se ne intendeva, comprende che Dio agisce per fatti e non per meri ragionamenti. O Dio, che hai illuminato tutte le genti con la parola di Paolo concedi anche noi, che oggi ricordiamo la sua conversione, di essere testimoni della tua verità e di camminare sempre nella via del Vangelo. Amen!

Sostieni le nostre attività

La Parrocchia è tua, abbiamo bisogno di tante cose. Dobbiamo fare continue manutenzioni per preservare quello che già c'è. Un tuo piccolo contributo può essere molto importante per noi, aiutaci se puoi...Dio ti benedica!

Informazioni su Raffaele De Fulvio 11338 Articoli
Dal 18 ottobre è Superiore della comunità Passionista, vive a Bari e dal 1 novembre 2015 è Parroco della Parrocchia di San Gabriele dell'Addolorata in Bari.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.