Vangelo del giorno 2023-01-16 – Commento di Lunedì

Fonte dell’articolo silvestrini.org

Testi Sacri Holyart.it

Perché digiunare? ||| Abbiamo un grande sacerdote presso il Padre, canta il salmista. Infatti dice la prima lettura, Gesù è Sacerdote in quanto Figlio e Messia proclamato dalla parola di Dio. Però, a differenza dei sacerdoti umani, peccatori e limitati, non ha bisogno di offrire sacrifici per se stesso. Egli è il grande sacerdote che presenta al padre il dono della sua e della nostra vita. Nel vangelo invece sentiamo l’insegnamento di Gesù sul digiuno. Qual è il significato della pratica del digiuno religioso? Questa, infatti, è la preoccupazione del Vangelo di oggi. “I discepoli di Giovanni e i farisei stavano facendo un digiuno. Si recarono allora da Gesù e gli dissero: «Perché i discepoli di Giovanni e i discepoli dei farisei digiunano, mentre i tuoi discepoli non digiunano?»”. Ci sono delle domande ben fondate che servono a farci scoprire il significato delle cose, come quella del brano Evangelico odierno. I discepoli del Battista e i farisei sono fieri a compiere la pratica del digiuno. Però ciò che li sta nel cuore non è l’aver capito il vero senso del digiuno ma il fastidio che procura loro il fatto che i discepoli di Gesù non digiunano. Purtroppo è un atteggiamento che spesso si affaccia anche nella vita di noi cristiani quando ci troviamo di fronte alle persone che vivono o fanno cose diverse dalle nostre. Tutto sommato ciò che ci infastidisce è tropo spesso ciò che la diversità mette in discussione nel nostro “equilibrio precario”. Ma in fondo la diversità è una ricchezza perché ci aiuta a metterci in discussione, quindi mai avere paura del diverso, di chi non la pensa come me. Alla luce del Vangelo di oggi, Gesù, in maniera molto chiara, dice a coloro che lo interrogano ma anche a noi, che la funzione del digiuno religioso, non è fine a se stessa. Esso non è un modo per mostrare quanto si è bravi, ma assume senso solo in rapporto allo “sposo”, cioè ha senso solo dentro una relazione. Basta questa precisazione a rendere vuota qualunque pratica religiosa che si compie fuori da un’autentica relazione con Dio. Aiutaci Signore ad andare oltre i nostri schemi mentali che ci possono allontanare da Te. Amen!

Sostieni le nostre attività

La Parrocchia è tua, abbiamo bisogno di tante cose. Dobbiamo fare continue manutenzioni per preservare quello che già c'è. Un tuo piccolo contributo può essere molto importante per noi, aiutaci se puoi...Dio ti benedica!

Informazioni su Raffaele De Fulvio 11349 Articoli
Dal 18 ottobre è Superiore della comunità Passionista, vive a Bari e dal 1 novembre 2015 è Parroco della Parrocchia di San Gabriele dell'Addolorata in Bari.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.