Vangelo del giorno 2022-12-13 – Commento di Martedì

Fonte dell’articolo silvestrini.org

Testi Sacri Holyart.it

I peccatori vi passeranno davanti… ||| Si può evidenziare un collegamento tra le due letture di oggi, soprattutto tenendo presente quale è il soggetto che sa accogliere la salvezza: è il povero, l’umile… la salvezza è un dono che Dio concede a tutti coloro che si rivolgono a lui con cuore spezzato e umiliato. Ma “il Signore è vicino a chi lo cerca.” Infatti cerca il Signore chi soffre e non si arrende, chi è affranto di cuore ma non accetta che l’amarezza sia l’ultima parola sulla sua vita. Il racconto del Vangeli di oggi ci mette davanti ad una situazione ordinaria di famiglia: un padre che chiede un servizio al figlio. Il primo figlio risponde: non ne ho voglia, il primo è un figlio ribelle, reattivo, impulsivo, che prima di aderire a suo padre prova il bisogno imperioso, vitale, di affrontarlo, di misurarsi con lui, di contraddirlo. Questi non ha nulla di servile. Il secondo figlio invece dice sì ma non lo fa. Lui è un figlio servile, compiacente. È ancora un adolescente immaturo che si accontenta di apparire. Infatti “chi dei due ha compiuto la volontà del padre?” senza ombra di dubbio, il secondo, però l’obbedienza non è questione di parole ma di fatti, quindi è il primo figlio che aveva obbedito. Come anche emerge nel brano Evangelico odierno, i veri obbedienti sono proprio i peccatori, perché si convertono e credono. Effettivamente disse Gesù, “in verità io vi dico: i pubblicani e le prostitute vi passano avanti nel regno di Dio.” O padre, che per mezzo del tuo unico figlio hai fatto di noi una nuova creatura, guarda all’opera del tuo amore misericordioso, e con la venuta del Redentore salvaci dalle conseguenze del peccato. Amen.

Sostieni le nostre attività

La Parrocchia è tua, abbiamo bisogno di tante cose. Dobbiamo fare continue manutenzioni per preservare quello che già c'è. Un tuo piccolo contributo può essere molto importante per noi, aiutaci se puoi...Dio ti benedica!

Informazioni su Raffaele De Fulvio 11316 Articoli
Dal 18 ottobre è Superiore della comunità Passionista, vive a Bari e dal 1 novembre 2015 è Parroco della Parrocchia di San Gabriele dell'Addolorata in Bari.