Vangelo del giorno 2022-03-01 – Commento di Martedì

Fonte dell’articolo silvestrini.org

Testi Sacri Holyart.it

Abbiamo lasciato tutto e ti abbiamo seguito… ||| Oggi è la festa del Santo Volto. Il commento per la messa lo troverete qui sotto. Quel che segue è invece il commento per la messa del giorno. Così vediamo Pietro, sempre immediato a chiedere chiarimenti, vuol sapere che ne è di loro che hanno già abbandonato tutto e l'hanno seguito, a differenza di quel tale che non ha avuto il coraggio di seguirlo così da vicino. Il discorso del Maestro infatti aveva lasciato lui e i suoi compagni abbastanza disorientati, in considerazione anche a un contesto in cui le ricchezze rappresentavano la benedizione di Dio. La risposta di Gesù ai suoi è solenne e consolante, aldilà del poco o del tanto che abbiano abbandonato. "Non c'è nessuno che abbia lasciato casa o fratelli o sorelle… a causa mia e a causa del vangelo, che non riceva già al presente cento volte tanto in case e fratelli… insieme a persecuzioni (è un inciso di Marco, molto significativo per la vita cristiana), e nel futuro la vita eterna". Per quanto l'uomo doni a Dio, Dio non si lascia vincere in generosità e il dono dell'uomo è sempre un dono ridonato. Che casa si ha, che non sia già stato ricevuto dalla bontà del Signore? Per comprendere nel senso più adeguato questa solenne affermazione di Gesù, può essere considerata un'altra, non meno inequivocabile: "Chi ama la madre o il padre più di me non è degno di me". Non parliamo poi delle ricchezze di ogni genere, cercate o possedute in modo sregolato, che appesantiscono l'anima, da cui si leva la voce di Agostino: "Il nostro cuore è inquieto finché non riposa in te". Ciò che Pietro ha chiesto, quale compenso alla loro rinuncia, ha squarciato il cuore di Dio. "Quelle cose che occhio non vide, né orecchio udì, né mai entrarono in cuore dell'uomo, queste ha preparato Dio per coloro che lo amano". Queste sono le vere ricchezze confermate dal detto di Gesù "Molti dei primi saranno ultimi e gli ultimi i primi". Sono stati poveri in questo mondo o hanno condiviso quanto possedevano, ora possiedono Dio.

Sostieni le nostre attività

La Parrocchia è tua, abbiamo bisogno di tante cose. Dobbiamo fare continue manutenzioni per preservare quello che già c'è. Un tuo piccolo contributo può essere molto importante per noi, aiutaci se puoi...Dio ti benedica!

Informazioni su Raffaele De Fulvio 10027 Articoli
Dal 18 ottobre è Superiore della comunità Passionista, vive a Bari e dal 1 novembre 2015 è Parroco della Parrocchia di San Gabriele dell'Addolorata in Bari.