Vangelo del giorno 2022-02-03 – Commento di Giovedì

Fonte dell’articolo silvestrini.org

Testi Sacri Holyart.it

Chi vuole andare veloce cammina da solo, chi vuole andare lontano cammina insieme. ||| Il brano di oggi ci descrive in maniera chiara la ricchissima “attrezzatura” che un discepolo di Cristo deve aver nell’adempimento della sua missione: un solo bastone… “Allora chiamò i Dodici, ed incominciò a mandarli a due a due e diede loro potere sugli spiriti immondi. E ordinò loro che, oltre al bastone, non prendessero nulla per il viaggio: né pane, né bisaccia, né denaro nella borsa; ma, calzati solo i sandali, non prendessero due tuniche”. Prima di tutto tocca la nostra sensibilità questo invio a coppie quasi per dirci che la missione ha bisogno dell’aiuto reciproco che è un segno di testimonianza evangelica. Infatti la prima cosa su cui devono contare non sono gli sforzi personali ma le relazioni. È chiaro quindi che il motivo “a due a due”, è già il simbolo della comunità. Senza le relazioni affidabili il Vangelo non funziona e non è credibile. In questo senso la Chiesa dovrebbe essere primariamente il luogo di queste relazioni sicuri. Dove c’è comunione c’è anche testimonia! Il Sinodo sulla Sinodalità è un momento opportuno per noi per scoprire la bellezza dell’evangelizzazione nel mondo contemporaneo in perpetui mutamenti. Alla luce di questo brano si capisce subito che la prova dell’efficacità del vangelo la si vede dal potere che si ha contro il male. Infatti la comunione è una forza ed una arma efficace per fare tremare il demonio, principe delle divisioni. Da questo punto di vista: come siamo nelle nostre comunità, famiglie…? Spesso ormai viviamo a pezzi e quindi anche la nostra testimonianza viene meno. Certo che la comunione non vuole dire uniformità di idee, di pensiero ma significa guardare nella stessa direzione nonostante le nostre diversità. Divisi, siamo sconfitti, uniti, siamo vittoriosi. Dov’è carità e l’amore, lì c’è Dio! Un vecchio proverbio africano dice che “Chi vuole andare veloce cammina da solo, chi vuole andare lontano cammina insieme agli altri”.

Sostieni le nostre attività

La Parrocchia è tua, abbiamo bisogno di tante cose. Dobbiamo fare continue manutenzioni per preservare quello che già c'è. Un tuo piccolo contributo può essere molto importante per noi, aiutaci se puoi...Dio ti benedica!

Informazioni su Raffaele De Fulvio 10023 Articoli
Dal 18 ottobre è Superiore della comunità Passionista, vive a Bari e dal 1 novembre 2015 è Parroco della Parrocchia di San Gabriele dell'Addolorata in Bari.