un medico si traveste da dinosauro per rivedere il figlio

Fonte e Autore dell’articolo: Aleteia.org

Testi Sacri Holyart.it

Il medico Juan Lambert è uno dei moltissimi professionisti del settore sanitario in prima linea nella lotta al nuovo coronavirus in Brasile. Lavora presso un’unità di pronto soccorso nella città di São Sebastião, nel litorale dello Stato di San Paolo.

A causa del rischio di trasmissione del virus, il medico è rimasto in isolamento, e da 35 giorni non vedeva il figlio Lucca, di quattro anni, e la moglie Maryane, al quinto mese di gravidanza. Moglie e figlio sono andati a vivere dai genitori di lei, mentre il medico è rimasto da solo in casa.

La nostalgia della famiglia era tale che il medico ha dovuto trovare un modo insolito e sicuro per rivedere i suoi cari. Ha quindi comprato un costume da dinosauro alto due metri e mezzo, lo ha sterilizzato, si è messo una maschera e con molto alcool in gel è andato a trovare il figlio sotto una temperatura di 40 gradi.

Solo così è stato possibile dare un abbraccio amorevole e sicuro a tutti.

“L’abbraccio di mio figlio è stato il combustibile di cui avevo bisogno per continuare a lottare contro il coronavirus”, ha confessato il medico.

Il bambino all’inizio si è spaventato vedendo quel bestione enorme arrivare a casa, ma ha capito subito che dentro quel travestimento c’era il suo amato papà. Pur essendo piccolo, sa bene perché la famiglia è temporaneamente separata: “Il mio papà è lì a uccidere il coronavirus e non può restare qui con noi. Uccidi subito quel virus e vieni da noi, papà”, ha chiesto Lucca.

Sul suo profilo Instagram, il dottor Lambert ha riassunto l’incontro dicendo: “Sensazione inspiegabile. Grazie, Dio mio”.

L’incontro con il papà-dinosauro è durato solo 40 minuti per non creare assembramenti nel vicinato.

Ecco il video girato dalla mamma Maryane:

 

 

 

Preghiere

Sostieni le nostre attività

La Parrocchia è tua, abbiamo bisogno di tante cose. Dobbiamo fare continue manutenzioni per preservare quello che già c'è. Un tuo piccolo contributo può essere molto importante per noi, aiutaci se puoi...Dio ti benedica!

Dal Vaticano

Raffaele De Fulvio
Informazioni su Raffaele De Fulvio 6851 Articoli
Dal 18 ottobre è Superiore della comunità Passionista, vive a Bari e dal 1 novembre 2015 è Parroco della Parrocchia di San Gabriele dell'Addolorata in Bari.