Sabato 22 febbraio 2020, VI Settimana Tempo Ordinario

Su questa pietra edificherò la mia Chiesa.

Oggi la Chiesa celebra la Cattedra di San Pietro, e nel Vangelo Gesù afferma: “Tu sei Pietro e su questa pietra Io edificherò la mia Chiesa, e il potere degli inferi non prevaricherà su di essa”. Nel corso dei secoli e dell’avvicendarsi dei Papi, ce ne sono stati di Santi, meno santi, e peccatori; ma nel tempo del loro mandato, della loro funzione, essi rappresentano la Persona di Cristo: sono rivestiti di una grande nobiltà e sacro potere, ed hanno autorità nello sciogliere e nel legare, sì che ciò viene accordato pure in Cielo, sempre però se i Dettami rimangano uniti alla Dottrina divina: non prevarichino la sua Verità. Nel corso della storia della Chiesa il demonio l’ha sempre perseguitata, ed ha cercato di distruggerla; ma non è mai riuscito nel suo intento. Ora in questo periodo storico egli cerca di scardinarla dall’interno, prima distruggendo la fede nella moltitudine dei cristiani, e poi nell’attacco ai suoi vertici, di cui molti sono i suoi adepti, che ha comprato con i denari di sempre: lussuria, prestigio e danaro. Menti oscure e potenti cercano di portare confusione ed ottenebrazione nelle Verità di fede: oscurando il Capo, vogliono ottenebrare l’intero Corpo. Essi mascherano, in una pretesa misericordia e carità, la menzogna dell’eresia nell’Insegnamento divino; ma non è vera misericordia e carità se non è unita alla Verità. L’infingardo è malvagio: non si accontenterà di dividere la Chiesa; anche coloro che saranno ancora di Cristo, quelli rimasti fedeli all’integrità del Vangelo, egli li attaccherà apertamente: verrà per distruggere il tempio, i cristiani ed il Papa, come ha tentato già precedentemente. Ma Gesù ci dice, oggi come disse allora: “Distruggete questo mio tempio”, così come con la mia Persona, Io lo riedificherò, lo farò risorgere, e la mia Sposa sarà più bella, trasparente e santa di prima, dato che essa poggia sulla mia Parola, sostenuta e irrorata dallo Spirito Santo, che non può essere abbattuta”.

Vai alla fonte

Testi Sacri Holyart.it

Preghiere

Sostieni le nostre attività

La Parrocchia è tua, abbiamo bisogno di tante cose. Dobbiamo fare continue manutenzioni per preservare quello che già c'è. Un tuo piccolo contributo può essere molto importante per noi, aiutaci se puoi...Dio ti benedica!

Dal Vaticano

Informazioni su Raffaele De Fulvio 5945 Articoli
Dal 18 ottobre è Superiore della comunità Passionista, vive a Bari e dal 1 novembre 2015 è Parroco della Parrocchia di San Gabriele dell'Addolorata in Bari.