Sabato 08 febbraio 2020, IV Settimana Tempo Ordinario

Concedi al tuo servo un cuore docile.

Davvero la generosità del Signore è senza limiti. Diventa traboccante nei confronti nei suoi eletti, quelli fedeli e da lui prescelti per un compito e una missione speciale. Nella prima lettura ne troviamo un servo fedele, Re Davide. Di Davide si dice: «Egli aveva camminato davanti a te con fedeltà, con giustizia e con cuore retto verso di te». Salomone ne è l’erede e il Signore apprezza la sua fedeltà e gli fa una offerta davvero generosa: «Chiedimi ciò che io devo concederti». C’è da chiederci: cosa avremmo chiesto noi al Signore sapendolo pronto a soddisfare qualsiasi nostro desiderio? Salomone chiede: «Concedi al tuo servo un cuore docile perché sappia rendere giustizia al tuo popolo e sappia distinguere il bene dal male». Ed ecco la conseguenza di questa umile e fiduciosa domanda: «Ti concedo un cuore saggio e intelligente: come te non ci fu alcuno prima di te né sorgerà dopo di te. Ti concedo anche quanto non hai domandato, cioè ricchezza e gloria come nessun re ebbe mai». Per ognuno è una virtù indispensabile la sapienza del cuore, ci consente di entrare facilmente nei pensieri e nel cuore stesso di Dio, capaci di comprendere, desiderare e praticare la sua Parola, capaci di amarlo, gioiosi di vivere e testimoniare la verità, docili a Dio e al nostro prossimo nella carità. Nel vangelo possiamo gustare la tenerezza e la cura paterna che Gesù ha nei confronti dei suoi discepoli: essi raccontano quello che avevano fatto e insegnato con gioia, ma anche con anta fatica immersi nella folla fino a non avere neanche il tempo per mangiare. Beati loro! Gesù: «Venite in disparte, in un luogo solitario, e riposatevi un po’». Offre e propone un “ritiro spirituale”! Un dono da proporre ancora a sacerdoti e fedeli.

Vai alla fonte

Testi Sacri Holyart.it

Sostieni le nostre attività

La Parrocchia è tua, abbiamo bisogno di tante cose. Dobbiamo fare continue manutenzioni per preservare quello che già c'è. Un tuo piccolo contributo può essere molto importante per noi, aiutaci se puoi...Dio ti benedica!

Informazioni su Raffaele De Fulvio 10579 Articoli
Dal 18 ottobre è Superiore della comunità Passionista, vive a Bari e dal 1 novembre 2015 è Parroco della Parrocchia di San Gabriele dell'Addolorata in Bari.