Quando un anticristiano pugnalò il Santissimo Sacramento a Parigi e rimase scioccato da quanto accadde

A Parigi nel XIII secolo c’era un uomo che disprezzava la Chiesa cattolica. Nutriva un odio profondo nei confronti della Chiesa, e questo lo portò a voler fare qualcosa al riguardo. Alla fine si impossessò di un’Ostia consacrata per i suoi scopi malvagi e la pugnalò con un coltello.

Dall’Ostia iniziò subito a fluire un rivolo di sangue. Ciò spaventò l’uomo, che non si sarebbe mai aspettato una cosa del genere e la gettò nel fuoco, sperando di liberarsene.

L’Ostia, però, fluttuò miracolosamente sul fuoco.

Disperato, l’uomo la afferrò e la gettò nell’acqua bollente. Pensava che l’Ostia fosse sparita per sempre, ma questa emerse e assunse la forma di un crocifisso.

Fortemente turbato da quello a cui aveva assistito, l’uomo affidò l’Ostia a un parrocchiano, che la riportò al parroco. All’inizio l’Ostia miracolosa venne custodita nella chiesa di St. Jean-en-Grève, ma durante la Rivoluzione francese andò perduta.

Nella casa dell’uomo che aveva rubato il Santissimo Sacramento, dov’era avvenuta la profanazione, venne costruita una cappella, oggi nota come Cloître et église des Billettes.

Il miracolo portò molti a credere nella Presenza Reale di Gesù nell’Eucaristia.

Vai alla fonte

Testi Sacri Holyart.it

Preghiere

Sostieni le nostre attività

La Parrocchia è tua, abbiamo bisogno di tante cose. Dobbiamo fare continue manutenzioni per preservare quello che già c'è. Un tuo piccolo contributo può essere molto importante per noi, aiutaci se puoi...Dio ti benedica!

Dal Vaticano

Informazioni su Raffaele De Fulvio 4898 Articoli
Dal 18 ottobre è Superiore della comunità Passionista, vive a Bari e dal 1 novembre 2015 è Parroco della Parrocchia di San Gabriele dell'Addolorata in Bari.