Prima Comunione in ospedale ai tempi del Covid-19

Fonte e Autore dell’articolo: Aleteia.org

Testi Sacri Holyart.it

Con queste parole, attraverso Facebook, il sacerdote messicano José Luis González Santoscoy ha voluto raccontare al mondo un fatto che gli ha riempito di gioia il cuore in un’epoca in cui sembra prevalere la rassegnazione a causa della pandemia di coronavirus.

Le immagini condivise dal presbitero mostrano un’esperienza decisamente insolita in un ospedale.

PADRE JOSE LUIS

PadreJoseLuisGS – Facebook

La protagonista è una signora a cui qualche settimana fa è stato diagnosticato il coronavirus e che è stata ricoverata in un ospedale della località messicana di Jalisco. Durante una delle varie visite di un gruppo di sacerdoti nella struttura le è stato chiesto se voleva confessarsi.

“Lei ha risposto che non poteva farlo perché per varie circostanze della vita non aveva fatto la Prima Comunione, ma che la desiderava”, ha indicato padre José Luis parlando a Desde la Fe.

Dopo una rapida valutazione, il presbitero ha capito che la signora aveva la consapevolezza per ricevere la Prima Comunione, e alla fine di giugno è accaduto.

Le immagini dicono tutto:

“Dopo averle dato la Comunione ho parlato con lei e mi ha detto: ‘Padre, provo una grandissima pace per il fatto di aver ricevuto Cristo nel cuore’”, ha riferito il sacerdote.

Padre Luis si è trasformato in un veicolo di pace, gioia e incontro. La sua opera con altri sacerdoti locali suscita ammirazione. Ecco un altro post che ha condiviso in rete:

Geplaatst door Padre José Luis González Santoscoy op Vrijdag 19 juni 2020

Non c’è altro da aggiungere!

Preghiere

Sostieni le nostre attività

La Parrocchia è tua, abbiamo bisogno di tante cose. Dobbiamo fare continue manutenzioni per preservare quello che già c'è. Un tuo piccolo contributo può essere molto importante per noi, aiutaci se puoi...Dio ti benedica!

Dal Vaticano

Raffaele De Fulvio
Informazioni su Raffaele De Fulvio 6812 Articoli
Dal 18 ottobre è Superiore della comunità Passionista, vive a Bari e dal 1 novembre 2015 è Parroco della Parrocchia di San Gabriele dell'Addolorata in Bari.

Commenta per primo

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.