Home / Archivio / Pasqua in Cristo Crocifisso e Risorto

Pasqua in Cristo Crocifisso e Risorto

gesu crocifisso

Siamo nel cuore dell’anno liturgico e ci sentiamo nell’impossibilità di dire cose adeguate al mistero grande che la Liturgia pone di fronte ai nostri occhi, perchè il nostro cuore faccia professione di fede.

E’ quanto ci invita a fare il Vangelo:

entrò, vide e credette…:

la fede nasce dal “vedere” che sollecita la libertà ad affidarsi al mistero, che sta “Oltre” a ciò che balza agli occhi.
Dalla parola che ci invita a credere nascono due conseguenze importanti: il cambiamento del cuore e la testimonianza.

Dalla risurrezione di Gesù viene per noi uno “stato di vita” nuovo:

Voi siete già morti e (ormai) la nostra vita è nascosta con Cristo in Dio!

egli è risorto per noi e così siamo già risorti in lui: il comportamento del cristiano deve essere un segno di questa novità.

Cosa vide Giovanni? Un sepolcro vuoto. Vide e cominciò a capire. La sua mente, che non poteva in alcun modo essere pronta ad un evento come la risurrezione, incomincia a ricordare le cose dette da Gesù: riscopre il senso della morte in croce e si incammina ad essere veramente un discepolo credente.

Per i nostri sensi, ai quali diamo così importanza, la risurrezione di Gesù non è altro che un sepolcro vuoto; Gesù, ormai, non è più da cercare tra i morti ma in mezzo ai vivi; non è più a Gerusalemme, ma vivo in ogni angolo della terra e nel cuore di ogni credente. Giovanni vide le bende e credette: noi siamo nella stessa situazione.

Metterci alla ricerca delle bende di Gesù…

Se il paragone non è troppo tirato, potremmo dire che le bende, segno che Gesù non è morto definitivamente sepolto, ma che ora è “altrove”, le possiamo vedere nella Chiesa.

La liturgia eucaristica, la vita fraterna, la vita ecclesiale, in una parola, la storicità della Chiesa concreta, sono le bende che ci rimandano a “vedere” Gesù risorto.

Con gli occhi di una fede matura noi superiamo la miopia di un cristanesimo superficiale, per mettere tutta la nostra vita nelle mani del risorto; noi sappiamo che Gesù è risorto perchè…

siamo stati al sepolcro e non lo abbiamo visto

in compenso Gesù ha lasciato le sue bende perchè anche noi, come Giovanni, possiamo dire…

ho visto e creduto!

Il Parroco Padre Peppe Pane e la Comunità Passionista augurano una serena e santa Pasqua in Cristo Crocifisso e Risorto.

Info autore: Luciano Del Fico

A partire da marzo 2013 un vero e proprio cambiamento comincia nella sua vita, da quel momento comincia per lui una vera conversione. Per ringraziare Gesù dei doni ricevuti, si occupa del sito web della sua parrocchia, poi crea un ebook di preghiere e novene che trovate su Amazon, infine crea Lodeate.it per diffondere la Parola di Gesù!

Ti potrebbe interessare:

Grest 2016

Nella stessa categoria ti potrebbe interessare:Gabriele Tu – Canto di Don Giosy CentoAvvisi di domenica …