Papa Francesco: sapete come possiamo salvarci?

La vulnerabilità è una forza, una risorsa, che ci aiuta verso la Salvezza. A sostenerlo è il Papa, che ha parlato per circa un quarto d’ora nel salone della Cittadella della Carità a Roma, in mezzo a 200 persone tra ospiti, volontari e operatori.

Le sofferenze subite da Dio

«Vulnerabilità», per il Papa, è «l’incontro di ferite diverse, di debolezze diverse: tutti siamo deboli, tutti siamo vulnerabili. Anche Dio ha voluto farsi vulnerabile per noi, è uno di noi, e ha sofferto: non avere casa dove nascere… Ha sofferto la persecuzione, scappare in un altro Paese, migrare…Ha sofferto la povertà».

«Dio si è fatto vulnerabile, e per questo noi possiamo parlare con Gesù perché è uno di noi», ha proseguito Francesco: «Abbiamo la stessa carta di identità: vulnerabili, amati e salvati da Dio».



Leggi anche:
Papa Francesco: la salvezza non si compra, è un dono

Toccare le piaghe

«Non si può fare l’aiuto ai poveri, non si può avvicinarsi ai poveri dalla distanza», il monito: «Bisogna toccare, toccare le piaghe, sono le piaghe di Gesù misterioso: quando tu tocchi quella piaga, ti accorgi della tua, e questa è la grazia che ci danno i poveri, che ci dà la vulnerabilità dei poveri. Sapere che anche noi siamo vulnerabili. E questo è bellissimo, significa che anche noi abbiamo bisogno di salvezza, di qualcuno che ci dica una parola buona: i volontari, anche i preti, tutti abbiamo bisogno di un fratello, di Gesù, di camminare con Gesù».

African woman crying

By Diego Cervo!Shutterstock

L’identità

«Ognuno ha la propria identità, ma il cognome è lo stesso – vulnerabilità – e questo è bello perché significa che abbiamo bisogno di salvezza, bisogno di cure. E la salvezza – ha concluso Papa Francesco – Dio non la fa con un decreto, la fa camminando con noi, avvicinandoci a noi con Gesù. Questa è la salvezza: intimità itinerante con Gesù. E avanti così!» (Agensir, 2 dicembre).



Leggi anche:
Papa Francesco: nella lotta interiore tra bene e male, scegliamo la salvezza

Testi Sacri Holyart.it

Vai alla fonte

Preghiere

Sostieni le nostre attività

La Parrocchia è tua, abbiamo bisogno di tante cose. Dobbiamo fare continue manutenzioni per preservare quello che già c'è. Un tuo piccolo contributo può essere molto importante per noi, aiutaci se puoi...Dio ti benedica!

Dal Vaticano

Informazioni su Raffaele De Fulvio 5769 Articoli
Dal 18 ottobre è Superiore della comunità Passionista, vive a Bari e dal 1 novembre 2015 è Parroco della Parrocchia di San Gabriele dell'Addolorata in Bari.

Commenta per primo

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.