Non possiamo sopprimere le tentazioni, perché senza di esse non ci conosciamo

Fonte e Autore dell’articolo: Aleteia.org

Testi Sacri Holyart.it

Circa le tentazioni e la loro sorprendente “utilità” per il nostro progresso spirituale se impariamo a resistervi, monsignor Henrique Soares da Costa ci ha lasciato questa riflessione:

“Non possiamo sopprimere le tentazioni, perché senza di esse non ci conosciamo. Senza essere tentato conosco solo un’illusione di me stesso. Conosco il mio punto debole solo perché vengo tentato. È come un medico che ci tocca e chiede: ‘Qui fa male? No… Qui fa male? Sì, qui fa tanto male! Allora è qui che dev’essere curato’.

Senza la tentazione, viviamo nell’immaturità. E Dio non nutre immaturi, Dio non alimenta infantilismi. Il vero Dio non è quello che mi dà la vita tranquilla, ma quello che ci mette in crisi per farci maturare. È il Dio che mi dà la pace, ma non mi lascia in pace”.

Preghiere

Sostieni le nostre attività

La Parrocchia è tua, abbiamo bisogno di tante cose. Dobbiamo fare continue manutenzioni per preservare quello che già c'è. Un tuo piccolo contributo può essere molto importante per noi, aiutaci se puoi...Dio ti benedica!

Dal Vaticano

Raffaele De Fulvio
Informazioni su Raffaele De Fulvio 7184 Articoli
Dal 18 ottobre è Superiore della comunità Passionista, vive a Bari e dal 1 novembre 2015 è Parroco della Parrocchia di San Gabriele dell'Addolorata in Bari.