Home / Vangelo del giorno / Liturgia della settimana :: Commento :: Martedì 16 aprile 2019

Liturgia della settimana :: Commento :: Martedì 16 aprile 2019

Leggi Offline:

«Uno di voi mi tradirà».

Non esiste delusione più lacerante di quella che proviene dal tradimento di colui, o di coloro che sono stati più intensamente amati. Ecco il lamento di Gesù: «In verità, in verità io vi dico: uno di voi mi tradirà». Uni di voi, uno dei commensali “Uno di voi, colui che mangia con me… uno dei Dodici, colui che mette con me la mano nel piatto”. Sono parole che rivelano non tanto la persona precisa, ma la prossimità, anzi la familiarità di colui che consegnerà Gesù. Non si tratta di un avversario, ma di uno che condivide amicizia, familiarità e vita, mangia con me. Giuda, preso il boccone, subito uscì. Ed era notte. Quello che era il dono di una sublime condivisione dell’umano con il divino, una trasfusione d’amore, per il traditore diventa un boccone amaro, che genera in lui il buio e la morte. “Ed egli, gettati i sicli d’argento nel tempio, si allontanò e andò a impiccarsi”. “Chi mangia il pane e beve il calice del Signore indegnamente, mangia e beve la propria condanna”. Il discepolo fuori del Sacro Convito, scompare nel buio! Pietro vede ridimensionati i suoi slanci della sua generosità: “Non canterà il gallo, prima che tu non m’abbia rinnegato tre volte”. Per Gesù questo è già la sentenza di morte: «Ora il Figlio dell’uomo è stato glorificato, e Dio è stato glorificato in lui». La glorificazione di Gesù è di fatto la sua passione già iniziata, l’ardore con cui ha consumato quella memorabile cena, il sacrificio che troverà il suo compimento nella croce, nella sua morte e nella sua gloriosa risurrezione. Si adempie il progetto e la promessa del Padre: “Io ti renderò luce delle nazioni, perché porti la mia salvezza fino all’estremità della terra”.
La gratitudine accresce la fedeltà.

Vai alla fonte

Info autore: Raffaele De Fulvio

Dal 18 ottobre è Superiore della comunità Passionista, vive a Bari e dal 1 novembre 2015 è Parroco della Parrocchia di San Gabriele dell'Addolorata in Bari.

Ti potrebbe interessare:

Giovedì 25 aprile 2019, I Settimana Tempo di Pasqua

Leggi Offline: Perché siete turbati, e perché sorgono dubbi nel vostro cuore? Improvvisamente il “Risorto” …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.