La casa di tutti i sacerdoti anziani del mondo, un sogno di padre Pio

“Ora occorre pensare ai sacerdoti vecchi, perché quando sono vecchi non avranno chi gli porge un bicchiere d’acqua”.

Sono le parole che padre Pio diresse ai suoi figli spirituali, preoccupato per i sacerdoti anziani che avevano dato tutta la vita per prendersi cura del loro gregge. Il santo stigmatizzato ha avuto sempre questo sogno, ma non è riuscito a realizzarlo in vita. L’opera va tuttavia avanti grazie alle donazioni di fedeli di tutto il mondo.

La Domus Sacerdotalis, o “Casa per Sacerdoti Anziani ed Accoglienza Presbiteri”, è un progetto avviato negli anni Sessanta su desiderio di padre Pio, che voleva non solo una casa di ritiro, ma un luogo in cui un sacerdote anziano potesse partecipare attivamente alla cura pastorale del Santuario.

L’opera sorge proprio accanto alla nuova chiesa di San Pio a San Giovanni Rotondo, vicino all’orto del convento, dove padre Pio passeggiava tra i filari di cipressi.

I sacerdoti che risiederanno nella Domus Sacerdotalis potranno continuare a esercitare il proprio ministero aiutando nel santuario, confessando e collaborando al servizio liturgico. In questo modo si sentiranno assistiti, protetti e ancor più uniti al Signore.

Sono numerose le richieste per occupare un posto nella residenza, i cui lavori procedono purtroppo a rilento per la mancanza di fondi. I frati cappuccini confidano nella generosità dei fedeli per portarla avanti e poter realizzare presto il sogno di padre Pio.

https://youtu.be/OQfdU0GXhi4

Vai alla fonte

Testi Sacri Holyart.it

Preghiere

Sostieni le nostre attività

La Parrocchia è tua, abbiamo bisogno di tante cose. Dobbiamo fare continue manutenzioni per preservare quello che già c'è. Un tuo piccolo contributo può essere molto importante per noi, aiutaci se puoi...Dio ti benedica!

Dal Vaticano

Informazioni su Raffaele De Fulvio 6134 Articoli
Dal 18 ottobre è Superiore della comunità Passionista, vive a Bari e dal 1 novembre 2015 è Parroco della Parrocchia di San Gabriele dell'Addolorata in Bari.

Commenta per primo

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.