Dov’è la Vera Lancia che trafisse il costato di Cristo?

Nella Chiesa cattolica non mancano certo oggetti da venerare, visto che ogni nuovo santo ha una pletora di reliquie di primo grado (resti del santo stesso), di secondo grado (abiti o oggetti da lui posseduti) e di terzo grado (oggetti con cui il santo ha interagito).

C’è un’elevata probabilità che la vostra parrocchia abbia una reliquia del santo da cui prende il nome nell’altare. Le reliquie dei santi sono relativamente comuni, ma trovarne una della vita di Cristo è molto raro.

Varie di queste reliquie leggendarie, note anche come Arma Christi, sono ritenute i resti della Passione di Cristo, includendo la Sacra Spugna, che venne portata alle labbra di Cristo perché potesse bere mentre era sulla croce, i chiodi della Vera Croce, tirati via dalle mani e dai piedi di Gesù dopo la crocifissione, e la Sacra Lancia, che trafisse il costato di Cristo come riporta il Vangelo di Giovanni.

La Sacra Lancia, nota anche come Lancia di Longino e Lancia del Destino, è una delle reliquie più popolari e cercate della Chiesa praticamente fin da quando l’Impero romano ha adottato il cristianesimo come sua religione. La fama di questa leggenda è quasi simile a quella del Santo Graal e dell’Arca dell’Alleanza.

La popolarità delle reliquie della Passione di Cristo ha portato alla comparsa di varie versioni delle reliquie. In un periodo c’erano circa 30 chiodi associati alla crocifissione di Cristo, e la Lancia di Longino segue un percorso simile, perché vari Paesi ne rivendicano il possesso. In certi casi la Chiesa ha dichiarato la falsità di queste affermazioni, ma ci sono ancora tre punte di lancia che secondo gli esperti potrebbero essere quella autentica.

Un esempio viene dall’Armenia, dove si dice che una punta di lancia esposta al Museo Manoogian in un reliquiario del XVII secolo sia la Sacra Lancia. Se l’artefatto sembra piuttosto antico, il primo riferimento ad esso si ritrova in un manoscritto del XIII secolo, lasciando un arco di quasi 1.200 anni senza alcuna notizia, il che getta delle ombre sulla sua autenticità.

In un articolo che esamina la validità di queste lance, Aleksa Vučković, di KeeptheFaith, indica che questa lancia non sembra poter far male a nessuno, visto che la punta è troppo larga.

“Basta un’occhiata per capire che questa testa di lancia è tutto fuorché una vera arma. Non potrebbe trafiggere niente. Sembra puramente cerimoniale. Alcuni affermano che la vera lancia sia sata riforgiata nella forma attuale, ma è discutibile”.

Un’altra presunta Sacra Lancia si trova sotto la cupola della basilica di San Pietro, anche se la Chiesa non ha mai rilasciato dichiarazioni sulla sua autenticità. È l’esempio più antico noto della Sacra Lancia, con riferimenti che risalgono al VI secolo. Wikipedia fa risalire i suoi viaggi nella storia dalla chiesa del Santo Sepolcro a Costantinopoli a Parigi, e poi a Roma.

La lancia è arrivata a Roma con la punta spezzata a seguito del lungo viaggio, e da allora non è stata ritrovata. Tutto ciò che resta della punta è un disegno. Secondo Papa Benedetto XIV, del XVIII secolo, mostrava che le due parti avevano una volta formato un’unica lama. Nonostante questo annuncio, il Pontefice non dichiarò che si trattava della vera Sacra Lancia, il che suggerisce che anche il Pontefice non fosse convinto della sua autenticità.

Questo ci porta alla Sacra Lancia conservata a Vienna, in Austria. La lancia di Vienna è la più famosa, ed è stata il modello della Lancia del Destino come ritratta nel film del 2005 Constantine. L’oggetto presenta una parte d’oro che tiene insieme i pezzi della lancia.

Si dice che la lancia austriaca sia appartenuta sia a San Maurizio che a Costantino il Grande, e si ritiene sia stata alla base del successo di entrambi. Durante la II Guerra Mondiale, la Sacra Lancia fu cercata a lungo da Hitler e cadde nelle mani dei nazisti. Dopo la guerra venne recuperata grazie alla soffiata di un ufficiale delle SS catturato, ma alcuni pensano che possa essere un replica realizzata dai nazisti per beffare le forze alleate.

Gli esperti hanno condotto delle ricerche scientifiche sull’oggetto e lo hanno paragonato ad alcune lance dell’Impero romano, stabilendo che potrebbe essere abbastanza antico da essere la vera Lancia di Longino, ma non hanno potuto confermare che si tratti della reliquia in questione.

Probabilmente non sapremo mai cosa sia accaduto alla Sacra Lancia, ma come con tutte le cose riguardanti il cattolicesimo tutto si basa sulla fede. Ecco un documentario realizzato sulla lancia viennese:

https://youtu.be/6Enob4xLcwE

Testi Sacri Holyart.it

Vai alla fonte

Preghiere

Sostieni le nostre attività

La Parrocchia è tua, abbiamo bisogno di tante cose. Dobbiamo fare continue manutenzioni per preservare quello che già c'è. Un tuo piccolo contributo può essere molto importante per noi, aiutaci se puoi...Dio ti benedica!

Dal Vaticano

Informazioni su Raffaele De Fulvio 6133 Articoli
Dal 18 ottobre è Superiore della comunità Passionista, vive a Bari e dal 1 novembre 2015 è Parroco della Parrocchia di San Gabriele dell'Addolorata in Bari.

Commenta per primo

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.