Dio ti ha creato unico, e nessun altro può occupare il tuo posto al mondo

di Pablo Perazzo

Credo che tutti, a un certo punto della vita, ci siamo chiesti “Chi sono?” Quello che in genere non è molto chiaro è l’importanza trascendentale che ha la risposta che diamo a questa domanda. Dalle conclusioni a cui arriviamo sulla base dello sforzo di guardarci dentro e prendere coscienza della nostra identità dipende il tipo di vita che avremo – quale senso avrà la vita e quanto saremo felici.

È una delle domande fondamentali che dobbiamo porci nella nostra esistenza, come “Da dove vengo?”, “Dove vado”, “Qual è la mia missione in questo mondo?” Per questo, oggi vorrei riflettere insieme a voi su tre punti concreti.

1. Siamo unici e irripetibili

WOMAN

Kieferpix – Shutterstock

La risposta alla domanda non è semplicemente descrittiva: sono peruviano, ho vent’anni, mi piace il calcio, il mio piatto preferito è la lasagna… Serve uno sforzo di riflessione che ci porti a renderci conto del fatto che siamo unici e irripetibili, non solo rispetto alle persone che esistono attualmente, ma in relazione a quelle di tutta la storia dell’umanità.

Testi Sacri Holyart.it

Questa consapevolezza ci fa scoprire l’immenso valore che ha ciascuno. Come conseguenza, ognuno ha una missione molto specifica nella sua esistenza. Non è una casualità che esistiamo. Solo se scopriamo noi stessi ed entriamo in sintonia con la nostra persona potremo dare inizio a questa missione.

Vai alla fonte

Preghiere

Sostieni le nostre attività

La Parrocchia è tua, abbiamo bisogno di tante cose. Dobbiamo fare continue manutenzioni per preservare quello che già c'è. Un tuo piccolo contributo può essere molto importante per noi, aiutaci se puoi...Dio ti benedica!

Dal Vaticano

Informazioni su Raffaele De Fulvio 5649 Articoli
Dal 18 ottobre è Superiore della comunità Passionista, vive a Bari e dal 1 novembre 2015 è Parroco della Parrocchia di San Gabriele dell'Addolorata in Bari.