5 modi per trovare Dio nella propria routine quotidiana

Fonte dell’articolo Aleteia.org – Autore Vatican News

Testi Sacri Holyart.it

Rendete i compiti monotoni al lavoro e a casa opportunità di crescita spirituale

Penso spesso che se avessi più tempo riuscirei a dedicarne di più a Dio. Sembra come se i piccoli compiti monotoni della mia routine quotidiana mi stessero trattenendo dal fare cose migliori e ben più importanti – che si tratti di leggere un buon libro spirituale o di trovare del tempo per pregare. Mi sono resa conto, però, del fatto che tutto questo non è vero. Se riorientassi il mio pensiero, potrei davvero trasformare la monotonia in preghiera. Ci sono molti santi che hanno trascorso la propria vita svolgendo compiti ripetitivi e hanno usato i loro doveri quotidiani per avvicinarsi a Dio.

Ad esempio, quando chiese di entrare in un convento domenicano, San Martino di Porres aveva il permesso di svolgere solo i compiti che gli altri non volevano. È stato essenzialmente un servitore per buona parte della sua vita, e solo dopo un permesso speciale gli è stato permesso di aiutare in infermeria, prendendosi cura dei malati. Le sue giornate non erano brillanti, non ha scritto alcun libro profondo né ha evangelizzato popoli e Paesi, ma ha permesso ai piccoli compiti che svolgeva di aiutarlo ad avvicinarsi a Dio.

Chiara Corbella Petrillo ha scoperto che poteva offrire tutto nella sua giornata di moglie e mamma a Dio per gli altri. Spesso offriva piccole cose come rifare il letto, fare il caffè e lavare i pavimenti per il marito. Scoprire questo segreto l’ha aiutata a trasformare la sua routine quotidiana, e l’ha resa qualcosa di importante di cui prendersi cura piuttosto che qualcosa di superfluo da sbrigarsi a fare.

Seguendo l’esempio di Martino, Chiara e innumerevoli altri, ecco qualche esempio dei modi per trovare Dio nelle parti più noiose e apparentemente meno importanti della nostra giornata.

1 Offrite le parti che preferite meno nella vostra giornata come preghiere

Avete una lunga fila davanti? State sfregando il pavimento? State aggiustando la fotocopiatrice al lavoro? Pregateci sopra. Iniziate una decina del Rosario, o se avete bisogno di maggiore concentrazione offrite quello che state facendo a Dio quando iniziate. Potreste dire qualcosa di semplice come “Ho bisogno di aggiustare questa stampante”, o “Signore, vieni presto in mio aiuto”, o farvi il segno della Croce.

2 Offrite le vostre frustrazioni quotidiane per le persone che sapete che stanno soffrendo

Scrivete una lista di intenzioni, e quando il vostro condizionatore smette di funzionare o vi accadrà qualche altro contrattempo avrete un motivo per essere pazienti. Forse quel motivo è vostro cugino che sta combattendo contro il cancro, o il vostro collega che è stato appena licenziato. Ad ogni modo, dà un significato al disagio che state sperimentando, e aiuta a rivolgere i vostri pensieri alla sofferenza altrui anziché alla vostra.

3 Pregate ogni volta che entrate in macchina

Recitate una breve preghiera al vostro angelo custode o un’Ave Maria, chiedendo protezione mentre guidate. Non si tratta solo di una preghiera molto pratica (chi non ha bisogno di un po’ di grazia extra mentre guida?), ma aiuta anche a dedicare una parte in più della vostra giornata a Dio.

4 Ascoltate le preghiere o un podcast spirituale mentre fate le pulizie

Perché non imparare un po’ di più sulla fede mentre fate qualcosa di monotono e meccanico? Per avere qualche idea dei podcast da ascoltare cliccate qui.

5 Pregate prima di mangiare

Potete dire un semplice “Grazie, Gesù, per questo cibo”, o recitare una benedizione classica. Preparare il cibo e mangiare rappresenta dei momenti di stacco precisi nella nostra giornata. Ringraziare Dio al momento dei pasti è un modo per offrirgli il proprio tempo.

Preghiere

Sostieni le nostre attività

La Parrocchia è tua, abbiamo bisogno di tante cose. Dobbiamo fare continue manutenzioni per preservare quello che già c'è. Un tuo piccolo contributo può essere molto importante per noi, aiutaci se puoi...Dio ti benedica!

Dal Vaticano

Raffaele De Fulvio
Informazioni su Raffaele De Fulvio 7968 Articoli
Dal 18 ottobre è Superiore della comunità Passionista, vive a Bari e dal 1 novembre 2015 è Parroco della Parrocchia di San Gabriele dell'Addolorata in Bari.

Commenta per primo

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.