2020-01-25 – Commento di Sabato

"Saulo, Saulo, perché mi perséguiti?". "Àlzati”. ||| Gesù l’aveva predetto: «Metteranno le mani su di voi e vi perseguiteranno, consegnandovi alle sinagoghe e alle prigioni, trascinandovi davanti a re e governatori, a causa del mio nome». Saulo è uno zelante persecutore della Chiesa. Viene folgorato dalla grazia e da una voce sulla via di Damasco: «Saulo, Saulo, perché mi perséguiti?». Che devo fare, Signore?»; è la risposta di Saulo, che intuisce la provenienza di quella luce e di quello Spirito che è il Signore: «Àlzati!». E poi: «Quest’uomo è per me un vaso eletto per portare il mio nome alle nazioni e anche ai re e ai figli d’Israele». Il mandato a Paolo, convertito e illuminato, è associato a quello che Gesù da ai suoi: «Andate in tutto il mondo e proclamate il Vangelo a ogni creatura. Chi crederà e sarà battezzato sarà salvato, ma chi non crederà sarà condannato». Poi a conforto assicura: «Questi saranno i segni che accompagneranno quelli che credono: nel mio nome scacceranno demòni, parleranno lingue nuove, prenderanno in mano serpenti e, se berranno qualche veleno, non recherà loro danno; imporranno le mani ai malati e questi guariranno». Dà un ordine: «Gratuitamente avete ricevuto, gratuitamente date. Non procuratevi oro, né argento, né moneta di rame nelle vostre cinture, né bisaccia da viaggio, né due tuniche, né sandali, né bastone, perché l'operaio ha diritto al suo nutrimento». Un programma ben dettagliato che è garanzia non di umano successo, ma di divina e perenne fecondità. La Chiesa nei suoi momenti migliori su questa scia si muove e così vive da sempre la sua missione missionaria.

Vai alla fonte

Testi Sacri Holyart.it

Preghiere

Sostieni le nostre attività

La Parrocchia è tua, abbiamo bisogno di tante cose. Dobbiamo fare continue manutenzioni per preservare quello che già c'è. Un tuo piccolo contributo può essere molto importante per noi, aiutaci se puoi...Dio ti benedica!

Dal Vaticano

Informazioni su Raffaele De Fulvio 6509 Articoli
Dal 18 ottobre è Superiore della comunità Passionista, vive a Bari e dal 1 novembre 2015 è Parroco della Parrocchia di San Gabriele dell'Addolorata in Bari.