Nessuna immagine
Blog

Vangelo del giorno : 2018-04-15 – Commento di domenica

Spiegò loro in tutte le Scritture ciò che si riferiva a lui. ||| Seguiamo Gesù e le sue apparizioni. Sembrava morto… ma continua ad apparire per testimoniare il mistero della tomba vuota. Non è li’ perché è risuscitato. E’ vivo! Oggi ascoltiamo la testimonianza dei due che lo hanno incontrato in via. Li ha rimproverati, li ha rispiegato le scritture… Ha spezzato il pane per loro… Forti di questa sua presenza tornano in Gerusalemme… Portano la buona novella agli apostoli, chiusi per paura. E mentre loro condividono l’esperienza del Signore risorto egli appare in mezzo… Pace a voi!… E di nuovo spiega loro le scritture cominciando da Mosè e dai Profeti… “Il Cristo doveva sopportare queste sofferenze per entrare nella sua gloria” e, solo così, si supera lo scandalo della croce, il suo e il nostro. La comprensione, non la semplice lettura tuttavia porta nel contemplarla gioia e serenità nell’animo. “Si ricordano quelli di Emmaus: non ci ardeva forse il cuore nel petto mentre conversava con noi, quando ci spiegava le Scritture?”. Senza la luce della Parola il mondo è buio e la notte, come fu notte quando Giuda lasciò il Cenacolo, scende nel cuore dei credenti. Le Scritture illuminano il cammino dei credenti, il sacramento – realtà di grazia – mette i discepoli in comunione di vita con il Risorto. Nel tempo presente l’esperienza cristiana è vera e autentica, ma siamo ancora nel cammino, nell’attesa della beata speranza… ma anche la testimonianza… perché: «di questo voi siete testimoni». […]

Nessuna immagine
Blog

Vangelo del giorno : 2018-04-15 – Vangelo di domenica

At 3, 13-15. 17-19; Sal.4; 1 Gv 2, 1-5; Lc 24, 35-48. ||| In quel tempo, [i due discepoli che erano ritornati da Èmmaus] narravano [agli Undici e a quelli che erano con loro] ciò che era accaduto lungo la via e come avevano riconosciuto [Gesù] nello spezzare il pane. Mentre essi parlavano di queste cose, Gesù in persona stette in mezzo a loro e disse: «Pace a voi!». Sconvolti e pieni di paura, credevano di vedere un fantasma. Ma egli disse loro: «Perché siete turbati, e perché sorgono dubbi nel vostro cuore? Guardate le mie mani e i miei piedi: sono proprio io! Toccatemi e guardate; un fantasma non ha carne e ossa, come vedete che io ho». Dicendo questo, mostrò loro le mani e i piedi. Ma poiché per la gioia non credevano ancora ed erano pieni di stupore, disse: «Avete qui qualche cosa da mangiare?». Gli offrirono una porzione di pesce arrostito; egli lo prese e lo mangiò davanti a loro. Poi disse: «Sono queste le parole che io vi dissi quando ero ancora con voi: bisogna che si compiano tutte le cose scritte su di me nella legge di Mosè, nei Profeti e nei Salmi». Allora aprì loro la mente per comprendere le Scritture e disse loro: «Così sta scritto: il Cristo patirà e risorgerà dai morti il terzo giorno, e nel suo nome saranno predicati a tutti i popoli la conversione e il perdono dei peccati, cominciando da Gerusalemme. Di questo voi siete testimoni». […]