Highslide for Wordpress Plugin
Home / Blog / Preghiera degli sposi

Preghiera degli sposi

pregare maniPreghiera degli sposi

Caro san Gabriele, ti preghiamo di accogliere sotto la tua protezione la nostra famiglia e di aiutarci a costruirla secondo il piano di Dio. Fa’ che la grazia del sacramento del matrimonio che abbiamo ricevuto consolidi ogni giorno il nostro amore perché renda testimonianza dell’amore di Dio in mezzo alla comunità degli uomini.
Illumina la nostra coscienza nell’esercizio della maternità e paternità responsabili. Fa’ che il nostro amore sia al servizio della vita nell’accoglienza dei figli e nella disponibilità verso i deboli, i poveri, gli abbandonati della società.
Ottienici la grazia di saper dialogare coi nostri figli e di comprendere i loro problemi. Aiutaci a capire che i figli non sono nostra proprietà ma appartengono a Dio che li ha chiamati alla vita per mezzo nostro; egli affida a ciascuno di essi una missione che noi dobbiamo servire.
Fa’ che la nostra famiglia sperimenti la pace, la concordia, l’amore, la buona salute, e che le prove della vita non ci scoraggino ma ci facciano comprendere meglio l’amore di Dio e la sua volontà su di noi.
Amen.

Ti potrebbe interessare anche:

Info autore: Raffaele De Fulvio

Dal 18 ottobre è Superiore della comunità Passionista, vive a Bari e dal 1 novembre 2015 è Parroco della Parrocchia di San Gabriele dell'Addolorata in Bari.

Ti potrebbe interessare:

Vangelo del giorno : 2017-12-11 – Vangelo di lunedi’

Is 35, 1-10; Sal.84; Lc 5, 17-26. ||| Un giorno Gesù stava insegnando. Sedevano là anche dei farisei e maestri della Legge, venuti da ogni villaggio della Galilea e della Giudea, e da Gerusalemme. E la potenza del Signore gli faceva operare guarigioni. Ed ecco, alcuni uomini, portando su un letto un uomo che era paralizzato, cercavano di farlo entrare e di metterlo davanti a lui. Non trovando da quale parte farlo entrare a causa della folla, salirono sul tetto e, attraverso le tegole, lo calarono con il lettuccio davanti a Gesù nel mezzo della stanza. Vedendo la loro fede, disse: «Uomo, ti sono perdonati i tuoi peccati». Gli scribi e i farisei cominciarono a discutere, dicendo: «Chi è costui che dice bestemmie? Chi può perdonare i peccati, se non Dio soltanto?». Ma Gesù, conosciuti i loro ragionamenti, rispose: «Perché pensate così nel vostro cuore? Che cosa è più facile: dire "Ti sono perdonati i tuoi peccati", oppure dire "Àlzati e cammina"? Ora, perché sappiate che il Figlio dell'uomo ha il potere sulla terra di perdonare i peccati, dico a te - disse al paralitico –: àlzati, prendi il tuo lettuccio e torna a casa tua». Subito egli si alzò davanti a loro, prese il lettuccio su cui era disteso e andò a casa sua, glorificando Dio. Tutti furono colti da stupore e davano gloria a Dio; pieni di timore dicevano: «Oggi abbiamo visto cose prodigiose».